Quiete, attesa e il rumore del mare. Il gallerista Sergio Casoli riparte da Filicudi, con grandi autori, tra fotografia e pittura

Un'avventura partita da Milano, tornata più volte a Roma ma mai allontanatasi dall'amata Filicudi. Ora Studio Casoli è galleria e residenza d'artista. Accanto alla pensione Sirena, aperta con Maurizio Cattelan, dà inizio alle danze, con Giovanni Gastel e Peter Doig

 

Dalla bottega del padre, corniciaio, vetraio e commerciante di quadri dell'Ottocento italiano e del Novecento figurativo, Sergio Casoli (Milano, 1954) si avvicina all'arte, che maneggia presto con disinvoltura, scoprendone l'essenza, la sostanza, la materia, il colore.

Il primo esercizio in autonomia dal padre fu Lo Scalino, una galleria su una scala. Di successo, se già esponeva Angeli e Festa.

Da adolescente resta folgorato dai tagli di Fontana. È un tuffo al cuore ed è anche l'inizio di un rapporto privilegiato che lo porterà a scegliere come prima sede della propria galleria lo studio di Lucio Fontana in Corso Monforte, nel cuore di Milano.

Era il 1985 e in realtà quello spazio non fu tanto scelto, quanto affidatogli per volere di Teresita Rasini, moglie dell’artista.

Sergio Casoli fotografato da Aldo Agnelli accanto a un'opera di Lucio Fontana

 

Erano anni, gli Ottanta e i Novanta, in cui “trovare capolavori era facilissimo, ma nessuno li capiva”, dichiara Sergio Casoli, che in anticipo sul gusto della critica e del mercato, mise insieme una ricca collezione, fatta anche di memorabilia, come lettere inedite di Fontana e camicie autografe.

Milano e poi Roma, verso la fine degli anni Novanta. Basteranno tre anni di attività per convincerlo a lasciare la capitale per rifugiarsi in una incontaminata Filicudi, dove apre, insieme a Maurizio Cattelan, l'Hotel La Sirena. Nonostante la scelta dipenda dalla necessità di lasciarsi alle spalle la responsabilità etica del gallerista, Casoli non manca di fare incursioni nel mondo dell’arte, questa volta in veste di curatore o esperto.

Il ritorno a Roma è nel 2018. Non più solo, ma accompagnato dal giovane Mattia de Luca – oggi titolare dell’omonima galleria – apre un nuovo spazio, ancora una volta non anonimo, bensì in quello che negli anni Settanta fu lo studio di Mario Schifano. Nel piano terra di Palazzo Albertoni Spinola torna in scena l’arte italiana tanto amata da Casoli: FontanaPistoletto, Castellani, Manzoni, Burri, Kounellis, Merz, Pascali, Boetti. Sempre, a fare da guida è l’intuito e la sensibilità del gallerista. Tuttavia, il principio resta ancora Fontana, il punto di partenza per indagare tutto ciò che è venuto dopo.

Dalla copertina di Vogue, dove compariva come giovane promessa dell'arte italiana, alla fiducia riposta nel suo lavoro dai collezionisti Prada e Bertelli. Sergio Casoli si è distinto come gallerista sentimentale, dal talento naturale. A guidarlo e a suggerirgli letture, interpretazioni e pensieri, è l'opera più che l'artista.

Lavorare con un artista, conoscerlo, aprire un dialogo con lui significa anche condizionare in parte le proprie scelte. Per questo mi piace regalarmi la libertà d'interpretare il suo lavoro
 

Nonostante l'intenzione di non ritornare sui propri passi, Casoli non può sottrassi alla passione per l'arte e per la professione del gallerista. Ecco Studio Casoli, galleria e residenza d’artista, nell'antico borgo marinaro di Pecorini, nell'isola di Filicudi.

Bellezza, leggerezza a natura. Da qui riparte Sergio Casoli.

Peter Doig

 

La mappa

Gli eventi

Peter Doig
27.07-10.09.2022
Studio Casoli, Filicudi

Newsletter

Vorresti l'aggiornamento settimanale sulle mostre d'arte moderna e contemporanea in galleria in Italia? Ogni venerdì la Newsletter di Art Around annuncia tutti gli opening e pubblica in esclusiva audio e video del #MAG

Visita anche

29.05.2022 - 28.02.2023
09.04.2022 - 09.01.2023
16.09 - 30.12.2022