Evento

Renata Boero – Tracce

Gilda Lavia, 17.04 - 22.06.2019
Artisti: 
Renata Boero

Dipingere con la natura. Con le essenze ricavate, estratte e spremute da erba e radici. È una pittura in assenza dell’artista in un certo senso, perché il risultato deriva da un processo di affioramento e di tintura, un lavoro lento e progressivo, in parte aleatorio. L’autrice è Renata Boero (Genova, 1936), “la sciamana” della pittura, come la definiva Gilberto Zorio. In contemporanea ala personale dedicata dal Museo del Novecento a Milano, ora Boero espone anche in galleria da Gilda Lavia il suo lavoro, da sempre focalizzato sul contatto tra natura e colore. Emerge un racconto cromatico, scandito in riquadri come le pagine di un grande libro. La tela è sempre piegate e ripiegata su se stessa. A volte ha una scala epica, con superfici che arrivano fino a 20 metri e che, in alcuni casi, l’artista torna a depositare nel paesaggio, in una sorta di restituzione alla natura. Sono tele marine, acquistate al Porto di Genova e mai intelate, trattengono anche il senso politico del luogo di lavoro da cui provengono, ma anche il suo afflato poetico, come il profumo del mare e la libertà del vento. Oltre alla sperimentazione pittorica, Boero si è misurata a lungo con il restauro della pittura antica da cui derivano molte delle sue competenze cromatiche. Con uno studio a Genova e uno a Milano, aspira da sempre a una smaterializzazione della pittura con una riflessione iniziata negli anni Sessanta sulle formule e i tempi di assorbimento del colore; un viaggio che nel tempo si declina anche al suono e agli odori.